Prima la Saluté 2018 – Riassunto al Senato della Repubblica di Polonia

Home / Strona IT / Prima la Saluté 2018 – Riassunto al Senato della Repubblica di Polonia

Prima la Saluté 2018 – Riassunto al Senato della Repubblica di Polonia

,
Prima la Saluté 2018 – Riassunto al Senato della Repubblica di Polonia

Il programma “Prima la Salute” è un’iniziativa avviata dal prof. Henryk Skarżyński nel 2016 e implementato su una scala sempre più ampia. La terza edizione del Programma è iniziata a giugno davanti l’edificio della Televisione Polacca e della Radio Polacca e ha durato per tutta l’estate fino a metà ottobre. Il riassunto dei risultati dell’azione si è svolto il 17 ottobre al Senato della Repubblica di Polonia durante la “tavola rotonda” con la partecipazione di esperti di vari settori della medicina a sostegno del Programma. Nel dibattito, moderato dal prof. Henryk Skarżyński e Krzysztof Jakubiak, direttore dell’Ufficio Stampa e Promozione del Ministero della Salute, hanno partecipato: Stanisław Karczewski, presidente del Senato Polacco, presidente della Commissione senatoriale per la Salute Waldemar Kraska, ministro della salute Łukasz Szumowski e senatore Konstanty Radziwiłł, ministro della sanità nel 2015-2018.

I partecipanti alla conferenza sono stati accolti dal presidente della Commissione senatoriale per la Salute Waldemar Kraska. Nel suo discorso, ha sottolineato che le malattie della civiltà, che sono favorite da uno stile di vita sedentario, da una dieta irrazionale e dallo stress, sono uno dei maggiori problemi nei paesi sviluppati. La discussione sulla “tavola rotonda” dedicata alla prevenzione di queste malattie è stata ufficialmente aperta dall’ospite – il presidente del Senato Polacco Stanisław Karczewski. Ringraziando il Prof. Henryk Skarżyński per la cooperazione nell’organizzazione di tre conferenze dedicate alla salute al Senato della Repubblica di Polonia, ha sottolineato che la protezione della salute è un’area in cui c’è ancora molto da fare.

– Il fatto che voi Signore e Signiori avete accettato l’invito al dibattito di oggi – ha affermato presidente del Senato Karczewski rivolgendosi al gruppo di esperti – significa che ci preoccupiamo della salute dei Polacchi. La profilassi – come ha sottolineato – è un argomento che dovrebbe apparire nelle conversazioni quotidiane. Il messaggio dato ai bambini e ai giovani è particolarmente importante. Inculcarli le sane abitudini alimentari o fisiche è un investimento nel futuro della società. – Incoraggiamo un comportamento sano – fa appello il presidente Karczewski, sottolineando che un tale incentivo può anche derivare da politici. – L’anno scorso, insieme al Ministro della Salute, ci siamo vaccinati contro l’influenza. Con questo siamo stati esposti all’odio, perché – come lo sappiamo – i vaccini hanno i loro avversari.

– Non dimentico di essere un medico, e sono molto entusiasta di parlare il più possibile di prevenzione – ha aggiunto il presidente Karczewski, incoraggiando i giornalisti presenti nella stanza a occuparsi il più spesso possibile di temi legati alla salute che – come ha dato a quelli riuniti nella sala del Senato – è stato recentemente riconosciuto come una delle priorità anche dal Primo Ministro Mateusz Morawiecki.

Se una persona vuole essere in buona salute, anche la medicina è impotente, ha scherzato per dare il benvenuto ai partecipanti al dibattito, il Ministro della Salute, il prof. Łukasz Szumowski. Riferendosi a questo scherzo, ha citato i dati europei, indicando che le attività a favore della salute arrivano fino al 70 per cento influenzano il prolungamento della vita, mentre la medicina – solo nel 30 per cento. Non c’è dubbio, quindi, che la massima enfasi dovrebbe essere posta sulla profilassi. Purtroppo – come il prof. Szumowski ha sottolineato: la maggior parte dei programmi di prevenzione non funziona come vorremmo. Esiste anche un conflitto di etica ed economia sanitaria – le spese per le attività di prevenzione portano benefici, ma solo dopo un po ‘di tempo, mentre i soldi per guarire i malati sono necessari qui e ora.

Quindi, a che cosa destinare le risorse finanziarie? – È impossibile bilanciare quali attività sono più importanti – ha affermato il prof. Szumowski. – Tuttavia, se non agiamo in entrambe queste aree, non saremo in grado di affrontare le malattie della civiltà, in particolare con gli attuali cambiamenti demografici, così come i crescenti problemi di salute tipici dei paesi occidentali, come l’obesità, che è sempre più comune nei bambini .

– Le attività di salute pubblica sono un problema per tutti i ministeri, incluso ministero della famiglia, della tecnologia, delle finanze – ha sottolineato il ministro Szumowski durante il suo discorso. – Ma è anche un problema per tutti noi. Se le misure preventive non si basano sull’educazione, se non implementiamo un’educazione a favore dell’istruzione nelle scuole e nelle famiglie, non raggiungeremo il successo.

Questo argomento è stato proseguito dal prof. Henryk Skarżyński, aprendo il dibattito sulla “tavola rotonda”. Come ha sottolineato, uno degli obiettivi del programma “Prima la Salute” avviato da lui tre anni fa è quello di costruire una solidarietà intergenerazionale, senza la quale, soprattutto in una società che invecchia, è difficile garantire un sistema sanitario e sociale efficiente. – Costruendo tale solidarietà, stiamo costruendo un futuro per noi stessi – ha affermato il prof. Skarżyński.

All’inizio della discussione dedicata alle sfide nella prevenzione delle malattie che più spesso colpiscono i Polacchi prof. Skarżyński ha riassunto gli effetti dell’edizione di quest’anno del programma “Prima laSalute”. – Era il percorso di screening più lungo – ha sottolineato il professore. Un team interdisciplinare di specialisti è partito 34 volte in Polonia, visitando città, paesi e comuni in tutto il paese e percorrendo molte migliaia di chilometri.

Oltre agli otorinolaringoiatri, audiologi, foniatri dell’Istituto di Fisiologia e di Patologia dell’Udito e dell’Istituto degli Organi Sensoriali, specialisti di altri settori della medicina – parodontologia, oftalmologia, cardiologia, dermatologia, oncologia, urologia, ematologia, chirurgia, chirurgia maxillo-facciale, pediatria, psichiatria, psicologia, logopedia, gastroenterologia e dietetica hanno preso parte al programma. Il programma ha coinvolto un totale di decine di migliaia di persone – oltre ai pazienti sottoposti agli esami e consultazioni, i loro parenti e amici hanno visitato anche città mediche. Anche passanti interessanti si sono uniti a loro. Presso gli stand informativi, c’erano i materiali e i volantini ad attenderli, promuovendo i principi dell’igiene dell’udito e uno stile di vita sano.

Il programma “Prima la Saluté” non sono solo le consulenze, e gli esami in tutto il paese. È anche una vasta campagna promozionale ed educativa, che coinvolge anche dei pazienti che possono essere considerati gli ambasciatori di successi in medicina. Uno degli eventi più importanti all’interno del Programma che ha avuto luogo con la partecipazione di pazienti è stato il Festival Internazionale di Musica per  Bambini, Adolescenti e Adulti con Disturbi dell’Udito “Dei Ritmi Cocleari”, organizzato per la quarta volta su iniziativa del prof. Skarżyński sotto il patronato onorario del Ministro della Salute. Il festival è stato accompagnato da una conferenza scientifica nel ciclo “Musica nello sviluppo uditivo dell’uomo”.

– Abbiamo promosso l’Idea del Programma sui più grandi forum polacchi, congressi e dibattiti economici, tra cui Forum Economico a Krynica, Wellconomy Forum a Torun, Congresso delle Sfide per la Salute a Katowice, Baltic Business Forum a Świnoujście e Congresso 590 a Rzeszów, cercando di mostrare la medicina polacca dal lato migliore – sottolinea il prof. Skarżyński.

La forza del Programma “Prima la Salute” è una campagna mediatica di ampio respiro, alla quale hanno aderito giornalisti di Televisione Polacca, Radio Polacca, nonché portali stampa e internet. – Siamo stati con telecamere ovunque in cui sono state organizzate le città mediche. I nostri giornalisti, incoraggiando agli esami o consultazioni, hanno parlato non solo con i medici ma anche con i pazienti. Gli spettatori ascoltano gli esperti, ma si identificano con coloro che profitano degli esami. Il messaggio con la loro partecipazione – come più emotivo – è più facile da raggiungere lo spettatore.

Offre maggiori possibilità di raggiungere il destinatario con preziose informazioni sugli esami preventivi o raccomandazioni su un’alimentazione sana, uno stile di vita ecc. – ha affermato Agnieszka Rosłoniak-Jeżowska redatrice della Televisione Polacca, sottolineando che quest’anno per la prima volta sul canale della TVP è stato transmessa una pubblicità su tema del programma “Prima la Salute”.

– La Radio Polacca è stata coinvolta nel programma sin dall’inizio della sua esistenza – ha commentato redattore Henryk Szrubarz. – Migliaia di Polacchi hanno beneficiato delle consultazioni condotte nell’ambito di questo programma. Questo ci permette di credere che le persone, informate sui pericoli delle malattie della civiltà e incoraggiate a prendersi cura della loro salute, siano in grado di prenderle nelle loro mani – ha sottolineato il redattore Szrubarz.

Il contributo dei media alla divulgazione del Programma è stato apprezzato da molti esperti invitati alla “tavola rotonda”. – Questo è un evento straordinario nel settore della sanità pubblica – ha affermato il prof. Bolesław Samoliński, sottolineando che è stato grazie alla cooperazione con i media che ha incoraggiato i Polacchi a partecipare alla ricerca, gli effetti del programma sono così buoni. – La prevenzione è uno sforzo collettivo per la salute – ha riassunto il prof. Samoliński.

Durante le discussioni della “tavola rotonda”, tuttavia, sono stati discussi non solo i vantaggi del programma ed i successi della medicina, ma soprattutto le sfide nella diagnosi precoce e nella cura delle malattie più pericolose per la salute e la vita dei Polacchi e come migliorare il sistema sanitario in Polonia. Nella discussione ha partecipato, tra gli altri, il senatore Konstanty Radziwiłł. Come ha sottolineato, molti studi sono attualmente disponibili (includono, ad esempio, citologia, mammografia o valutazione dei segni per i tumori della pelle), che possono essere utilizzati per individuare precocemente le malattie pericolose. Tuttavia, molte persone non usano la possibilità della loro implementazione. Come cambiare questa situazione?

Ci sono varie proposte: dalla discussione alla punizione. Trovare un modo per convincere i pazienti ad eseguire gli esami preventivi non è solo un compito per la medicina, ma anche per altre discipline. Come riassume il senatore Radziwiłł, dalla discussione discendono due linee d’azione: educazione e diffusione delle conoscenze sulla profilassi pro-salute e la diagnosi precoce, anche attraverso i programmi di screening per le malattie selezionate.

Le conclusioni della “tavola rotonda” – ha annunciato il ministro Szumowski – saranno inoltrate al Ministero della Salute e saranno utilizzate per sviluppare la politica sanitaria dello stato.

Durante la tavola rotonda al Senato della Repubblica di Polonia, esperti di spicco – specialisti in vari campi della medicina a sostegno del Programma “Prima la Salute” – hanno prestato attenzione ai maggiori problemi legati alla prevenzione, alla diagnosi precoce delle malattie e al trattamento dei Polacchi. Di seguito sono riportati i riassunti dei loro discorsi.

Dott.ssa in medicina Katarzyna Becker, ortodontista

I denti dei Polacchi, sia adulti che bambini, sono in condizioni drammatiche. C’è una mancanza di educazione pubblica in materia di cura della salute orale, e non ci sono le misure efficaci per fermare l’epidemia di carie che è presente in Polonia da 20 anni. La carie, la cui conseguenza potrebbe essere infiammazione e malocclusione, si verifica fino al 90 per cento nei bambini di sette anni di età. Le azioni come “Prima la Salute” o “Futuro senza la carie” sono una goccia nell’oceano dei bisogni. Come parte della prevenzione della carie, il Policlinico “Pod Szyndzielnią” a Bielsko-Biała ne ha testati 30.000. bambini. Lo staff ha inoltre condotto le ricerche utilizzando la Piattaforma d’Esaminare dei Sensi in più di 1200 bambini.

Professoressa Renata Górska, parodontologo

C’è un grande bisogno di chiarire che la negligenza igienica e dentale può influire negativamente sulla salute generale. I dati sono scioccanti – fino al 7 percento dei Polacchi non si lavano i denti e il 25 percento li sfiora solo una volta al giorno. Come parte del programma “Prima la Salute”, abbiamo esaminato 2 mila dei Polacchi. La conoscenza che deriva da questi studi è inestimabile. Inoltre, la partecipazione di periodontologi al programma è stata un’opportunità per educare i pazienti. La maggior parte di loro, specialmente quelli provenienti da piccole città, non ha accesso a un parodontologo. Ci sono solo 500 medici in questa specialità in Polonia, di cui solo 120 hanno un contratto con il Servizio Sanitario Nazionale (NFZ).

 

 

Professoressa Iwona Grabska-Liberek, oculista

In Polonia dovrebbe essere creato un programma nazionale per l’individuazione dei difetti della vista nei bambini. La miopia, causata dall’esposizione prolungata all’illuminazione artificiale, sta attualmente prendendo le dimensioni di un’epidemia che colpisce i piccoli pazienti. Il progresso di questo difetto può essere inibito, a condizione che venga rilevato. Pertanto, i test di screening per la miopia sono così importanti.

La profilassi nel campo delle malattie oftalmiche fa parte della pediatria e della geriatria. Nella generazione più vecchia, il problema è la degenerazione maculare. Nonostante il programma di trattamento, molte persone perdono la vista. Oltre al trattamento, la riabilitazione dell’occhio è importante.

 

Professoressa Teresa Jackowska, pediatra

In Polonia, il tasso di mortalità dei neonati è diminuito, mentre i problemi relativi al trattamento di pazienti pediatrici, compresi neonati e adolescenti, non sono stati risolti. Non in tutte le aree del paese, il livello di assistenza, sia in assistenza sanitaria di base (POZ), che negli ospedali o cliniche distrettuali, è lo stesso. Per quanto riguarda la prevenzione delle malattie nei bambini, è importante prevenire l’obesità e la depressione. Attualmente, più bambini muoiono in Polonia a causa del suicidio che del cancro. Pertanto, è necessario creare un sistema di assistenza pediatrica in cui sarà presa in considerazione la presenza di uno psicologo.

 

Professore Mirosław Jarosz, gastroenterologo

Il nome “Prima la Salute” è in armonia con lo slogan “Prima, una piramide di sana alimentazione e attività fisica”. l’Istituto dell’Alimentazione e della Nutrizione ha raccolto prove dei buoni effetti della prevenzione e dell’educazione. Secondo le stime l’Istituto dell’Alimentazione e della Nutrizione, a seguito del cambiamento della dieta a una dieta più sana, oltre 300.000 dei Polacchi e delle Polacche hanno evitato lo sviluppo del cancro. l’Istituto dell’Alimentazione e della Nutrizione ha lanciato il Centro Nazionale per l’Educazione Alimentare sotto lo slogan il “Prendi la tua salute nelle tue mani”. Ha molti strumenti che permettono ad ogni Polacco d’imparare a conoscere una dieta sana e in effetti prendere la salute nelle proprie mani.

Professore Krzysztof Kochanek, Segretario scientifico dell’Istituto di Fisiologia e di Patologia dell’Udito

Da 20 anni, l’Istituto di Fisiologia e di Patologia dell’Udito realizza ulteriori programmi di screening dell’udito per bambini in età scolare. Questi programmi, compresa la cooperazione con Fondo di Contributi di Assicurazioni Sociali degli Agricoltori, Cassa di Previdenza Sociale degli Agricoltori – KRUS e l’Ufficio della Città Capitale di Varsavia hanno già compreso oltre un milione di bambini. Sulla base dell’esperienza precedente, sono state sviluppate le “Raccomandazioni della Società Polacca degli Otorinolaringoiatri per i Bambini e la Società degli Otorinolaringoiatri, Foniatri e Audiologi Polacchi” che riguardano ai test di screening nei bambini. L’istituto è aperto a condurre tale ricerca anche in termini di disturbi di altri sensi.

Professore Ewa Lech-Marańda, ematologo

Non ci sono raccomandazioni per i test di profilassi o di screening nei tumori ematologici. Molte malattie del sangue e del midollo osseo, compresi i tumori, possono essere rilevate attraverso gli esami del sangue. Sfortunatamente, sono stati rimossi dall’elenco dei test eseguiti in medicina del lavoro. Tuttavia, questo semplice test dovrebbe essere fatto almeno una volta all’anno. Un esempio di campagne che incoraggiano ad eseguire una analisi del sangue è “La risposta hai nel sangue”.

 

Dott. in medicina Janusz Meder, oncologo

Quando parliamo di prevenire il cancro, stiamo anche parlando di prevenire altre malattie. I fattori di rischio sono gli stessi. Non si dovrebbe quindi riferirsi alla profilassi a particolari specialità, si parla solo di prevenzione delle malattie della civiltà. Costruendo una società sana, otteniamo denaro per il trattamento di malattie avanzate. Al giorno d’oggi, è necessario coordinare i programmi a favore della salute, che finora hanno avuto spesso il carattere di “rivolta comune”.

 

Professore Iwona Niedzielska, chirurgo della mascella

Si osserva un aumento dell’incidenza del cancro orale. La possibilità di una diagnosi precoce è fornita da regolari controlli dentistici. I pazienti non sono consapevoli, tuttavia, che questi sono necessari. Potrebbe essere necessario introdurre strumenti che impongono il controllo dentale, ad esempio la perdita dell’assicurazione se non è disponibile. Sfortunatamente, anche i dentisti non hanno le conoscenze necessarie per diagnosticare il cancro orale. È necessario organizzare corsi di aggiornamento.

 

Professore Grzegorz Opolski, cardiologo

In questa fase, le domande più importanti sono: come essere efficaci? Come ottenere informazioni sulla prevenzione della salute ai Polacchi? È anche importante cercare dei programmi preventivi che, con alta efficienza, non generino costi elevati. Un elemento importante è il coordinamento delle azioni preventive a livello di autorità statali, distretti e amministrazioni locali.

 

Dott. in medicina, libero docente Jarosław Pinkas, Capo Ispettore Sanitario

Per l’80 percento delle malattie rispondiamo noi stessi. Pertanto, i Polacchi dovrebbero essere convinti che prendersi cura della salute è un obbligo per ciascuno di noi. I cittadini devono avere un senso del dovere! In tempi in cui mancano le autorità, è difficile sfondare la conoscenza sulla prevenzione. Molti pazienti credono nell’efficacia del trattamento ciarlatano. Alcuni di loro hanno 120.000 visualizzazioni sui social media. Forse dovremmo promuovere anche lìla prevenzione.

 

Dott. in medicina, libero docente Robert Pudlo, psichiatra

Bisogna prestare attenzione alla necessità della psichiatria di aiutare i pazienti che si trovano nei reparti di trattamento delle malattie somatiche. Lo stato mentale cattivo peggiora la prognosi. Introducendo i test di screening per i disturbi mentali negli ospedali, abbiamo la possibilità di migliorare i risultati del trattamento. Inoltre, l’assistenza di uno psichiatra in ospedale non solo aumenta le probabilità di successo in terapia, ma è anche meno stigmatizzante.

 

Dott.essa in medicina, libero docente Barbara Remberk, psichiatra di bambini e adolescenti

Dal “Qualcuno volò sul nido del cuculo”, la psichiatria ha cambiato molto – ci sono dei metodi di trattamento efficaci. Tuttavia, il sistema di assistenza psichiatrica per bambini e adolescenti è in una profonda crisi. Manca, tra gli altri un programma di prevenzione del suicidio che è la seconda causa di morte tra gli adolescenti. Molti bambini soffrono di depressione, i cui sintomi rimangono inosservati. L’educazione è necessaria è cosa fare quando sospettiamo la depressione in un bambino.

 

Professore Bolesław Samoliński, allergologo

L’incidenza delle allergie è in aumento. Attualmente, quasi la metà dei Polacchi soffre di vari tipi di malattie allergiche. Le allergie non sono solo un problema polacco: negli ultimi tempi la percentuale di casi in Europa è aumentata di 40 volte. Non c’è altra malattia che si verificherebbe in maniera massiva come l’allergia. Una delle cause è l’inquinamento dell’ambiente, che in Polonia è uno dei più grandi in Europa.

 

 

Professore Piotr Socha, pediatra, gastrologo

Per formulare raccomandazioni per i bambini, sono necessarie le prove scientifiche. Esistono già le prove del genere che modellare abitudini sane nell’infanzia influisce sulla salute di un adulto. In Polonia, come in altri paesi, l’obesità è un problema serio nei bambini. Nella prevenzione dell’obesità, lo screening svolge un ruolo importante. Possono anche essere utilizzati per rilevare malattie rare. Questo argomento merita di essere discusso durante il dibattito futuro.