Il 2° Festival Internazionale di Musica per i Bambini, Giovani ed Adulti “Dei Ritmi Cocleari” è finito

Home / News / Il 2° Festival Internazionale di Musica per i Bambini, Giovani ed Adulti “Dei Ritmi Cocleari” è finito

Il 2° Festival Internazionale di Musica per i Bambini, Giovani ed Adulti “Dei Ritmi Cocleari” è finito

, ,
Il 2° Festival Internazionale di Musica per i Bambini, Giovani ed Adulti “Dei Ritmi Cocleari” è finito

All’Università di Musica Frederick Chopin, il Concorso Solenne ha concluso il 2° Festival Internazionale di Musica per i Bambini, Giovani ed Adulti con i Disordini dell’Udito “Dei Ritmi Cochleari”. Quasi 700 ospiti sono venuti all’Università. Il Centro Mondiale dell’Udito dell’Istituto di Fisiologia e di Patologia dell’Udito è stato l’organizzatore del Festival con il supporto dell’Università di Musica Frederick Chopin dell’Istituto degli Organi Sensoriali.

Il Festival Internazionale di Musica per i Bambini, Giovani ed Adulti con i Disordini dell’Udito “Dei Ritmi Cochleari” è un evento più importante del 2016, chi per il team dell’Istituto è un anno del anniversario. Venticinque anni fa, il prof. Henryk Skarżyński ha lanciato un programma di trattamento della sordità in Polonia e 20 anni fa è stato creato l’Istituto di Fisiologia e di Patologia dell’Udito. Oggi in Polonia non c’è altro centro che in così breve tempo raggiungesse una posizione così elevata non solo in Polonia ma anche nel mondo e il metodo di trattamento della sordità parziale creata dal Professore Skarżyński è conosciuto in tutto il mondo come la “scuola polacca dell’otochirurgia”.

Il Festival “Dei Ritmi Cochleari” è un progetto autore del professore Henryk Skarżyński, che nel 1992 è stato il primo in Polonia a eseguire un intervento di impianto cocleare in una persona sorda. È anche un’idea del professore di mostrare ad un ampio pubblico i talenti musicali di persone che sono tornate nel mondo della musica attraverso i progressi della scienza e della medicina. Quest’anno c’era la seconda edizione del festival. Numerosi ospiti sono stati accolti dall’professore Henryk Skarżyński e il prof. Ryszard Zimak.

– I risultati in vari campi possono essere misurati in modi diversi. Si può anche sentire la missione durante l’attuazione di questi progetti. – ha detto il prof. Henryk Skarżyński, accogliendo gli augusti ospiti. – La missione per la gente della scienza è quando si riesce ad esaminare e scoprire qualcosa. Per i medici la missione è quando le invenzioni degli scienziati possono essere utilizzate per aiutare il paziente. Così siamo tutti soddisfatti. Oggi abbiamo tutti la possibilità di sentire, che svolgiamo un’altra missione: con la nostra presenza sosteniamo l’applicazione delle ultime scoperte mediche nei pazienti scelti che li permette di realizzare le loro passioni musicali e di presentarsi a un pubblico così grande. Grazie mille per questo supporto. Sono contento che il Secondo Festival si svolge nelle accoglienti muri della più antica accademia polacca di musica. Vi auguro le emozioni, perché certamente ci saranno ed esperienze indimenticabili, perché questi rimarranno. – ha detto il prof. Skarzynski

Nel 2016, gli organizzatori del Festival hanno ricevuto circa 150 applicazioni provenienti da tutto il mondo. In Polonia sono arrivati 30 partecipanti provenienti da diversi paesi, tra cui: Ecuador, Cina, Kazakhstan, Ucraina, Stati Uniti, Canada, Italia e Spagna. Tutti i partecipanti sono utenti di impianti uditivi, grazie ai quali cantano e giocano. Tra i partecipanti quest’anno ci sono stati i musicisti che hanno suonato gli strumenti rari, tra cui guzheng, liuto, cetera e uno strumento tradizionale del Kazakhstan.

Il 12 luglio la giuria, composta da: prof. Ryszard Zimak – Presidente, prof. Janusz Olejniczak, prof. Ryszard Karczykowski, Stanisław Leszczyński, Bogna Kowalska, Piotr Metz, Jacek Wójcicki, prof. Jerzy Stuhr, Monica Zalewska, Roman Czejarek, Vadim Brodski, Irena Santor, Grzegorz Wilk, Janusz Tylman,dott. Alicja Węgorzewska-Whiskerd, Jacek Wroński, Katarzyna Popowa-Zydroń, Johanna Pätzold ha scelto 10 persone che hanno presentato i loro pezzi al concerto di Gala il 13 luglio: Lang CHENG, Cina; Minzhuo (Shirley) GAO, Cina; Bogdan LIASHENKO, Ucraina; Nikita MILUTIN, Russia; John REDDEN, Canada; Davide SANTACOLOMBA, Italia; Nurbol SEYDULLA, Kazakhstan; Aigerim Tutova, Kazakhstan; Xiaoyan WEI, Cina; Daria WŁADZIŃSKA, Polonia.

Il Concerto di Gala del Festival si è svolto con l’accompagnamento dell’ Orchestra di Radio Polacca sotto la direzione di Krzesimir Dębski e il Coro dell’Università di Tecnologia di Varsavia.

– È un grande momento di emozione per un musicista, il Rettore di questa università, che sta provando un ritorno al mondo dei suoni e sta testimoniando il ritorno al mondo dei suoni dei grandi e dei piccoli. – ha detto il prof. Ryszard Zimak, Presidente della Giuria di questa edizione del Festival. – Si possono essistere i momenti più belli per questa meravigliosa Università di Musica Frederic Chopin? Posso solo esprimere la massima lode al professore Skarżyński e al suo team, che la musica regna oggi in questa aula. – ha aggiunto il prof. Zimak.

Il concerto è stato avviato dal duo di Barbara Kaczyńska e Maciej Miecznikowski, che ha cantato l’inno del Festival. È una canzone che è stata creata per i testi della poesia del professore Henryk Skarżyński con musica scritta dal prof. Krzesimir Dębski.

Oltre ai vincitori, durante il Concerto gli Artisti ospiti hanno presentato i pezzi – ospiti che avevano anche i problemi di udito. Tra gli altri, Maciej Miecznikowski – un noto multi-strumentalista, la dott. Alice Węgorzewska-Whiskerd – un cantante lirico di fama mondiale, Jan Bukowski – allievo della Scuola di Musica con una bella voce baritona , che aveva problemi di udito e che è stato operato dal professore Henryk Skarżyński, Olivier Palmer – un giovane con voce insolita, nato sordo. Si sono anche presentati: il gruppo Mayor Tom di Spagna, i due vincitori della prima edizione del Festival Estera Łabiga e Grzegorz Płonka e Johanna Pätzold, cantante lirico, che utilizza anche un impianto cocleare, e chi specialmente per il Festival, ha scritto una canzone fatta durante il concerto con l’accompagnamento dell’Orchestra di Radio Polacca.

La Gala del Festival è stata condotta da noti musicisti la dott.  Alicja Węgorzewska-Whiskerd e Maciej Miecznikowski.

Il Gala è stato preceduto da una conferenza stampa organizzata il 12 luglio nelle accoglienti muri dell’Università di Musica, durante la quale il prof. Henryk Skarżyński, fondatore ed iniziatore del Festival, ha riassunto i successi polacchi nel trattamento dei disturbi dell’udito, grazie a quali nel XXI secolo i problemi di udito non costituiscono più un ostacolo allo sviluppo dei talenti musicali.

Inoltre, il dott. ing. Artur Lorens, direttore del Dipartimento degli Impianti e della Percezione uditiva dell’Istituto di Fisiologia e di Patologia dell’Udito, ha presentato ai giornalisti e agli ospiti invitati le ultime ricerche sulla percezione musicale delle persone che usano gli impianti dell’udito e la dott. Elżbieta Włodarczyk, Direttore del Dipartimento dell’Audiologia e della Phoniatria, all’Istituto, ha spiegato come il ruolo dell’udito sia importante nel formazione della voce e della parola.

La conferenza si è conclusa con l’annuncio dei risultati della riunione della Giuria, presentati dal Presidente Prof. Ryszard Zimak a più di 30 giornalisti.